Giove: Planisferi del 01-02 settembre 2007

Da Sezione Pianeti UAI.

Planisfero relativo al 01-02 settembre 2007

Planisfero di Giove del 01-02 settembre 2007
Planisfero di Giove del 01-02 settembre 2007

Queste mappe sono state prodotte da M. Vedovato con WinJUPOS.

Note su alcuni fenomeni attualmente visibili

Ovali SSTB - Treni di macchie bianche a 40°S, sono vortici anticiclonici che persistono per anni, come quelli denominati A1 --> A5, che sopravvivono nella configurazione attuale almeno dal 2003. Il loro moto li porta a sorpassare la GRS circa una volta all'anno.

Ovale BA - E' il risultato della fusione di tre ovali precedenti, nati nel 1939-40, che si sono fusi nel 2000. E' un largo vortice anticiclonico a circa 33°S, che nel 2005 si è rinforzato colorandosi di una tinta arancio analoga a quella della Macchia Rossa (viene scherzosamente chiamato "Red Spot Junior"). Il suo moto lo porta a sorpassare la GRS ogni due anni.

GRS (Grande Macchia Rossa) - A fine 2006 si è liberata del materiale grigio-azzurro che, proveniente dal bordo della SEB, scorreva lungo il suo bordo sud. Anche la classica "Baia" si è momentaneamente affievolita.

STrD (S. Tropical Disturbance) - Con questo nome si indicano settori scuri o velati della STrZ. All'inizio di questa apparizione, ne sono apparse due nella forma di grosse proiezioni sul bordo della SEB (STrD-1 e 2). Esse sono dovute all'interazione delle correnti a getto che corrono in senso opposto lungo i bordi nord e sud della STrZ: tali correnti si connettono fra loro ai bordi delle STrD, formando lunghe circolazioni chiuse ("Correnti Circolanti").

Rivitalizzazione della SEB - Dopo un indebolimento del componente sud della SEB fra aprile e maggio 2007, dal centro di una preesistente condensazione scura a 17°S è nata una macchia brillante, divenuta poi la sorgente di numerosi dettagli chiari e scuri in propagazione nella fascia. Questa perturbazione occupa ormai un lungo tratto che ha raggiunto la GRS, e si configura come un classico "SEB Revival", anche se anomalo per il fatto di essere iniziato molto presto, quando la SEB non era completamente sbiadita. Il precedente "Revival" era avvenuto nel 1993.

Corrente Circolante - Si notino alcune prominenti macchie scure in STrZ. Sono state create dal "SEB Revival" sul bordo della SEB, lungo il quale seguono il veloce jetstream retrogrado, incrementando la loro longitudine. Giunte alla STrD-1, questa li deflette sull'attiguo jetstream progrado, lungo il bordo della STB, seguendo il quale esse tornano indietro.

SED (S. Equatorial Disturbance) - E' una perturbazione nata nel 1999, e consiste in un "taglio" diagonale sul bordo nord della SEB circondato da macchie e irregolarità di ogni genere. Gran parte dei fenomeni ad essa collegati sono di norma visibili solo nel vicino IR, ma l'attuale complessa attività nella EZ ha portato il nucleo centrale della SED (un'area bianca in corrispondenza del "taglio" suddetto) ad apparire con evidenza anche nel visuale.

Regione equatoriale - Nei primi mesi del 2006 sono apparsi pennacchi molto prominenti che si levavano dal bordo della NEB, i quali hanno alimentato una Banda Equatoriale scura progressivamente più larga e massiccia, e notevole velatura nella EZ.

WSZ (White Spot Z) - E' nata nel 1997 come una delle tante macchie bianche (anticicloniche) che appaiono a 19°N in periodiche esplosioni di attività. Si è caratterizzata, oltre che per la longevità, per il moto veloce (verso longitudine decrescente), che l'ha fatta interagire con altre macchie della sua latitudine, generalmente stazionarie nel Sistema 2. Al suo passaggio, queste ultime venivano destabilizzate e scomparivano, mentre altre nascevano dietro di essa. Ultimamente la WSZ si è indebolita e il suo moto si è arrestato attorno a L2 = 60°.

Rivitalizzazione della NTB - A partire da marzo 2007 una macchia brillante, seguita da dettagli caotici, ha annunciato la progressiva ricomparsa della NTB, che era sparita nel 2003. Ora questa fascia è tornata continua e relativamente quieta.

Strumenti personali